Partendo dal telaio per il taglio del marmo di Leonardo da Vinci fino ai giorni nostri: le macchine per la lavorazione del marmo in Prussiani.

C’è una lunghissima e articolata tradizione nella lavorazione del marmo in Italia e le macchine per il marmo di Prussiani sono sicuramente il risultato della più alta innovazione e tecnologia dell’evoluzione di questo settore.

L’Ars marmoris era la corporazione di lavoratori che dalla metà del 400 organizzavano le cave: si occupavano dell’escavazione del materiale lapideo così come della lavorazione del marmo e infine anche del suo commercio. Con il tempo queste mansioni sono state ripartite e affidate a diversi dipartimenti di specializzazione, come segherie, laboratori e botteghe di artigiani, che hanno permesso lo sviluppo del settore.

Nel XX secolo il numero dei laboratori diminuì sempre di più, ma al contrario il numero dei lavoratori impiegati in ciascuno di essi crebbe maggiormente. Vennero introdotti macchinari moderni e i laboratori assunsero un aspetto sempre più industriale.

 

Dal taglio manuale al macchinario per il marmo

Nonostante ci siano stati degli studi e dei tentativi di costruzione di macchinari per il taglio e la lavorazione del marmo, come il telaio per segare il marmo ideato da Leonardo da Vinci nel ‘500, prevale il lavoro manuale fino all’800.

Il marmo veniva tagliato manualmente nelle segherie e veniva ridotto in lastre di vario spessore. Con il tempo vengono introdotti macchinari per il marmo come:

  • taglia-blocchi a disco diamantati
  • telai multi-filo
  • telai multi-lama

Poi si sviluppano macchinari di sbozzatura dei blocchi di marmo, macchinari per la lucidatura e frese che permettono di tagliare le lastre grezze in elementi più piccoli di dimensioni prestabilite che saranno destinati agli usi più svariati.

 

Macchine per il marmo Prussiani

Questi ultimi macchinari sono i diretti antenati delle macchine di altissima tecnologia di Prussiani che con gli anni di esperienza nel settore è riuscita a raggiungere una gamma di macchinari per il marmo senza pari.

Si tratta di macchine per la lavorazione del marmo molto precise, efficienti e personalizzabili. Rispondono a tutte le esigenze del Cliente e offrono grandi risultati di produzione.

 

Vediamole qui in dettaglio:

  1. Segatrici a ponte – macchine per il taglio in lastre del marmo, possono disporre di 4 o 5 assi interpolati e sono adatte per tagli rettilinei e profilature o per lavorazioni più complesse come tagli curvi e inclinati, forature e profilature.
  2. Fresatrici a ponte – macchinari per la lavorazione del marmo e per la produzione di pezzi unici e in serie come cornicioni, archi, profili, corrimano, tavoli, lavandini, vasche da bagno e piatti doccia. Inoltre consentono di fare incisioni di lettere e profilatura di masselli.
  3. CNC – i centri di lavoro Prussiani sono progettati e costruiti per la lavorazione del marmo. Sono gestiti da un controllo numerico interfacciato con sistemi CAD/CAM, consentono diverse lavorazioni quali contornatura, profilatura, foratura, fresatura, lucidatura, incisione e bassorilievo.
  4. Lucidalastre sono progettate e costruite per la lavorazione delle superfici di lastre di marmo. Gestite da un controllo numerico interfacciato con sistemi CAD/CAM, sono dotate di un cambio utensile automatico che consente di calibrare, lucidare, levigare, spazzolare e incidere le superfici delle lastre.
  5. Lucidacoste – sono macchinari per la lavorazione del marmo dotati di più mandrini, che permettono la creazione di smussi superiori e inferiori, lucidatura costa diritta, coste parziali e bisellatura.
  6. Torni – macchine per la lavorazione del marmo che sono in grado di realizzare colonne a sezione circolare, quadrata, poligonale, ovale ed elicoidale. Possono inoltre produrre balaustre, vasi, capitelli complessi, statue e vari elementi di design.
  7. Waterjet – le macchine a getto d’acqua Prussiani sono progettate e costruite per tagliare marmo. Gestite da un controllo numerico interfacciato con sistemi CAD/CAM e dal programma dedicato WJ CAM, consentono di ottenere tagli dritti, inclinati e sagomati precisi senza deformazioni termiche.
  8. Macchine per fori dei lavandini – sono macchine a controllo numerico dalle alte produzioni progettate per tagli e lucidature ottimali di lavelli da cucina e fori lavabi bagno in materiali marmorei.
  9. CUT&JET – macchine disegnate per le infinite variazioni dei tagli del marmo. Dotate di un elettromandrino per disco diamantato e getto d’acqua, sono progettate e costruite per combinare la velocità del disco, la versatilità del getto d’acqua e l’efficienza del sistema CUT&MOVE.

Stai cercando un esperto in macchine per il marmo?

Prussiani fa al caso tuo!

Contattaci per saperne di più sulle nostre macchine per il marmo!